Dialogo e nuovi impulsi a Terra Franca. Edizione #MMH2019

L’edizione del Meet Me Halfway 2019 ha assunto una particolare rilevanza poiché è stata ospitata all’interno di Terra Franca, bene confiscato alla mafia ed affidato ad HRYO da qualche mese.
Il Meet Me Halfway, promuovendo il dialogo interculturale e dando voce agli attori della società civile che lavorano per l’inclusione sociale, supporta la presa di coscienza di alcune problematiche strettamente legate al territorio ed incoraggia la partecipazione attiva.

Questo festival rappresenta una buona pratica all’interno del progetto “Amplify – Amplifying voices for social inclusion” che coinvolge Polonia, Malta, Svezia e Italia nel potenziamento di metodi per promuovere l’inclusione sociale. L’obiettivo che ci si è posti quest’anno è quello di iniziare un nuovo percorso per la nascita di un processo comunitario, partendo dal basso e coinvolgendo chiunque avesse voglia di apportare un contributo, un’idea ed impegno per un cambiamento.

Grazie alla collaborazione di partner locali, volontari europei e gruppi scout abbiamo sviluppato un dialogo che arricchisce il cammino verso la realizzazione di uno spazio di condivisione e promozione culturale per la comunità. Immaginare il futuro di Terra Franca rappresenta una sfida per noi e per l’intero quartiere di Cruillas, in cui vogliamo stimolare il senso di comunità, promuovere l’inclusione sociale, attivare iniziative culturali e
generare un’attitudine positiva alla legalità e ai processi partecipativi.

La giornata di venerdì ha visto susseguirsi momenti di riflessione ed elaborazione di idee ambiziose per la realizzazione di miglioramenti estetici, progettazione di spazi destinati alla comunità e piani imprenditoriali per finanziare nuovi disegni per la futura sostenibilità di Terra Franca. I partecipanti hanno lavorato in diversi gruppi al fine di ideare progetti realizzabili in diverse fasi temporali, dal futuro più prossimo fino a dieci anni.

Le idee sono state condivise in un momento di restituzione finale e hanno fatto emergere la volontà di attivare percorsi virtuosi che possano giovare di una condivisione e partecipazione sempre più estesa. Speriamo che questo incontro sia soltanto l’inizio di un cammino condiviso che ci possa proiettare all’anno prossimo con tanti cambiamenti, tante idee realizzate e tanti progetti ancora da realizzare.
Al prossimo Meet Me Halfway!

Comunicato Stampa V° Ed. Festival delle Culture

ANTEPRIMA-ARTICOLO

TORNA IL FESTIVAL MEET ME HALFWAY ALLO Z.E.N. 2

 

 

La manifestazione avrà luogo a Palermo, nel piazzale di via Fausto Coppi, e animerà il quartiere da venerdì 23 settembre a domenica 25.

 

Giunge alla sua quinta edizione il “Meet Me Halfway – Festival delle culture” organizzato dall’associazione Human Rights Youth Organization (H.R.Y.O.).

 

Come l’edizione dello scorso anno, il festival avrà luogo nella piazza antistante via Fausto Coppi, nel quartiere Z.E.N. 2 di Palermo. La manifestazione prenderà

il via venerdì 23 settembre alle 15,00, con le prime attività in programma, e

 

durerà fino a domenica 25. All’organizzazione del Meet Me Halfway collaborano anche le associazioni Laboratorio Zen Insieme, Arci Palermo e Maghweb.

 

Il Meet Me Halfway è da anni l’occasione per accendere i riflettori su quegli angoli dimenticati della città, su quelle zone di confine, periferiche, che troppo spesso vengono dimenticate ma è anche l’occasione per chiedere a gran voce attenzione utilizzando la partecipazione delle realtà cittadine come volano della manifestazione stessa. Nella quarta edizione H.R.Y.O. aveva scelto lo Z.E.N. 2 per rilanciare un territorio da anni lasciato nel totale abbandono. Oggi, con questa nuova edizione del festival, si vuole anche festeggiare un percorso durato un anno che ha portato ai primi visibili cambiamenti grazie, soprattutto, al lavoro giornaliero delle associazioni che da decenni operano nel quartiere, come il Laboratorio Zen Insieme. Un processo di cambiamento rapido. Negli ultimi 365 giorni gli abitanti del quartiere hanno assistito: alla bonifica dall’amianto di via Fausto Coppi, alla partenza dei lavori di ristrutturazione del centro aggregativo, grazie al contributo di Save the Children, ed infine la costruzione del campetto di calcio da parte dell’Amministrazione. Azioni che hanno profondamente modificato, in positivo, il volto del piazzale, rendendolo un vero luogo di aggregazione.

 

 

“Grazie al Festival abbiamo creato un bel ponte di raccordo fra l‘amministrazione e le realtà presenti sul territorio – dice Marco Farina, presidente di H.R.Y.O. -­‐ Siamo felici di aver utilizzato con successo le nostre metodologie, basate sull’educazione non formale, per far partire un processo virtuoso che donasse un salto di qualità al quartiere. È stato fatto un grande passo in avanti negli ultimi mesi, ed a farlo sono stati soprattutto gli abitanti dello Z.E.N. 2 che si sono dimostrati responsabili e pronti a ricevere quello che ha latitato per anni: il supporto dell’amministrazione”.

 

A seguire in prima persona la crescita del rione palermitano sono state le associazioni presenti sul territorio da lungo tempo: “Siamo davanti ad un autentico processo di quella tanto in voga resilienza urbana, con una comunità protagonista e che vuole progettare da sé risposte sociali, economiche e ambientali innovative per i propri disagi – Aggiunge la presidentessa del Laboratorio Zen Insieme Mariangela Di Gangi – è necessario proseguire questo percorso di partecipazione dal basso, riferito ormai non soltanto al recupero dello spiazzo di via Fausto Coppi, ma più in generale a tutto il quartiere. Per questo esserci con il Meet Me Halfway anche quest’anno è importante e vi invitiamo di nuovo ad essere con noi dal 23 al 25 settembre”.

 

 

 

Stampa

Vincenzo Allotta 3921168124

Programma Festival delle Culture 2016

HRYO3-1170x400

 

Festival delle Culture  Meet me halfway  La Cultura Chiama Il Dialogo

Un’occasione per vivere una Palermo diversa, lontano dai pregiudizi e le contraddizioni che la caratterizzano.

Per ogni edizione la H.R.Y.O. stabilisce dei partenariati strategici a livello locale per meglio ottimizzare la realizzazione del festival il quale viene organizzato grazie al contributo essenziale di tutte le associazioni e le persone che ivi ne prendono parte.

Programma MMH-1

Lancio della Vª edizione del Festival delle Culture

L’accessibilità e l’abbattimento degli ostacoli come mezzi per stimolare il dialogo interculturale

ANTEPRIMA-ARTICOLO

Ritorna il “Festival delle Culture – Meet Me Halfway – La Cultura Chiama il Dialogo“, quest’anno alla quinta edizione, che avrà come tema principale “l’accessibilità”.
Il Festival, promosso e organizzato dalla H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization, associazione attiva territorialmente e sul piano internazionale dal 2009, si svolgerà dal 23 al 25 settembre nel quartiere Zen 2, riconfermando l’obiettivo di riqualificare alcune aree degradate della città di Palermo e per continuare il lavoro iniziato l’anno scorso nel quartiere.
Il Festival ha come principale fine quello di creare un momento d’incontro tra i popoli e le varie etnie che vivono a Palermo, dunque di essere un evento di condivisione culturale. Per questo motivo vedrà la realizzazione di una lunga serie d’iniziative che porteranno i partecipanti ad essere protagonisti della nuova edizione. Durante il festival sarà consegnato il premio Rosa Parks, assegnato alle donne che rappresentano un esempio da seguire nell’ambito della Tutela dei Diritti Umani, della Lotta nonviolenta e all’esclusione sociale ed emarginazione. Allo stesso tempo sarà anche lanciato il nuovo logo del Festival prodotto dall’Associazione Maghweb.
L’associazione promotrice H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization ha indetto nel mese di aprile una call for volunteers: giovani, pensionati, disoccupati, migranti, casalinghe e lavoratori potranno candidarsi per dare una mano alla realizzazione del festival così come tutte le realtà associative che stanno, sin da adesso, cominciando a dare la loro adesione.
Insieme all’associazione H.R.Y.O. anche quest’anno, le organizzazioni coinvolte sono Laboratorio Zen insieme, l’Arci Palermo e l’Associazione Maghweb che parteciperanno all’organizzazione e alla promozione del festival dimostrando come la cooperazione fra realtà differenti può creare sinergie senza eguali.

Lo staff dell’H.R.Y.O. sta già lavorando per le varie iniziative che avranno luogo durante il festival e il presidente Marco Farina ha dichiarato che «I membri dell’associazione, in seguito ai successi delle precedenti edizioni, sono impegnati ad organizzare attività e a coinvolgere quante più realtà locali per stimolare la partecipazione di un bacino di utenza molto ampio così da garantire una maggiore “accessibilità” al festival e un maggiore impatto sul territorio.»

La presidentessa del Laboratorio Zen Insieme, associazione che ha supportato la realizzazione delle precedenti edizioni, Mariangela Di Gangi ha espresso l’importanza di «dare continuità al lavoro iniziato con l’edizione scorsa e siamo molto contenti di poter ospitare anche quella del 2016. Per questa ragione Zen Insieme, quotidianamente presente sul territorio, non ha mai smesso di prendersi cura dello spazio bonificato lo scorso anno e tiene aperto un fitto dialogo con l’amministrazione comunale, affinché l’obiettivo di riqualificare e restituire uno spazio collettivo al quartiere venga raggiunto il prima possibile. »

L’H.R.Y.O. invita inoltre altre realtà associative ad aderire al Festival contattando tramite mail l’organizzazione, che poi invierà il modulo di adesione a tutte le associazioni interessate.

Per maggiori informazioni consultare:

 

Sito Web: http://www.hryo.org/

Mail: info@hryo.eu

Pagina Facebook: HRYO Human Rights Youth Organization

Marco Farina, Presidente H.R.Y.O: +39 3485644084 – +39 091 322830

Sede: Via Mario Puglia n. 21

Al via i preparativi per la quinta edizione del Festival delle Culture

FESTIVAL DELLE CULTURE – MEETME HALF WAY – LA CULTURA CHIAMA IL DIALOGO V° EDIZIONE 2016

La quinta edizione del festival delle culture palermitano comincia a prendere vita grazie alla partecipazione di numerose realtà.

 

Palermo, Quartiere Zen 2, prendono il via i preparativi della quinta edizione del Festival delle Culture – Meet Me halfway – La Cultura chiama il dialogo che quest’anno avrà come tema principale “L’accessibilità” Il festival promosso ed organizzato dalla H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization, associazione attiva sul territorio palermitano dal 2009 si realizzerà dal 23 al 25 Settembre 2016.

IMG_2026Riparte il Festival delle Culture Meet Me Halfway – La Cultura Chiama il Dialogo. quest’anno giungerà alla sua quinta edizione e si caratterizzerà per diverse novità. Il quartiere di svolgimento sarà per il secondo anno consecutivo lo Zen 2. Il festival infatti ha l’obiettivo di riqualificare alcune aree degradate della città di Palermo, e poiché lo scorso anno tale scopo è stato raggiunto solo in parte, quest’anno la location sarà la stessa. Accanto all’obiettivo della riqualificazione territoriale, il festival vuole essere un momento di incontro tra i popoli e le varie etnie che vivono a Palermo, un evento di condivisione culturale. La preparazione per l’edizione 2016 è già iniziata. L’associazione promotrice H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization ha indetto nel mese di aprile una call for volunteers. Giovani, pensionati, disoccupati, migranti, casalinghe e lavoratori potranno candidarsi per dare una mano alla realizzazione del festival così come tutte le realtà associative che stanno sin da adesso cominciando a dare la loro adesione.

Insieme all’associazione H.R.Y.O. anche quest’anno le associazioni: Laboratorio Zen insieme, Arci Palermo e Maghweb saranno saranno fra le associazioni promotrici del festival apportando un notevole contributo e dimostrando che la cooperazione fra realtà differenti può creare sinergie senza eguali.

 

“ Con la quinta edizione del Festival delle Culture – Dichiara Marco Farina presidente dalla Associazione H.R.Y.O. – ci apprestiamo a chiudere una prima parte dei lavori avviati a favore del quartiere Zen 2 di Palermo e della città tutta; tanto si è fatto, ma tanto ancora è possibile fare purché il forte senso di comunità che caratterizza la nostra città riesca ad entrare nel quartiere abbattendo quel forte pregiudizio che sta alla base di molte problematiche che ancora oggi riscontriamo. “ed aggiunge “come ogni anno la bellezza del nostro festival sta nella sua eterogeneità, ad organizzarlo sono infatti giovani provenienti dalle più differenti culture, da migranti di prima e seconda generazione ai giovani europei che vedono nel nostro impegno quotidiano un moto di riscossa culturale.”IMG_2029

 

Il Festival vedrà la realizzazione di una lunga serie di tappe di avvicinamento, una serie di eventi che porteranno i partecipanti ad essere protagonisti della nuova edizione 2016. Invitiamo pertanto tutti ad essere attivi e partecipi di questo processo che verrà promosso a breve tramite i canali della H.R.Y.O.

Ricerchiamo volontari per il Festival Delle Culture.

10407570_1591925731075663_6386884648141083850_nL’associazione H.R.Y.O. – Human Rights Youth Organization nasce ufficialmente nel 2009 a Palermo con lo scopo di promuovere lo sviluppo di iniziative culturali volte ad una migliore divulgazione della cultura dei diritti civili, e di rispondere alla necessità di dare maggiore visibilità, a livello internazionale, a qualsiasi forma di violazione dei diritti umani.

Tra gli eventi che proponiamo vi è il Festival delle Culture – Meet Me Halfway, che quest’anno giungerà alla sua quinta edizione. Il festival nasce dal semplice presupposto che se tutte le culture riuscissero ad incontrarsi potrebbe davvero nascere un dialogo costruttivo per l’intera società. Il festival rappresenta quindi un volano di sviluppo a livello locale rispetto al luogo in cui viene organizzato, nonché un modo per abbattere le barriere mentali che limitano le persone a spostarsi sul proprio territorio.

Il Meetme halfway è una buona pratica ideata dalla H.R.Y.O. per la riqualificazione di settori cittadini, ossia per la loro attivazione secondo la destinazione d’uso prevista o immagginata. La strategia di implementazione consiste nell’individuare un’area svantaggiata, un punto di riferimento e/o associazione specifica, quindi l’attivazione della rete relazionale fra il più alto numero di stakeholders presenti. Inoltre utilizza i metodi di educazione non formale, specifiche metodologie sviluppate grazie al lavoro sviluppato negli anni da parte di H.R.Y.O., volte all’abbattimento dei cosidetti pregiudizi sociali. Quindi una partecipazione dal basso volta a stimolare la pubblica amministrazione a dare un contributo sostanziale al fine di mantenere i percorsi virtuosi creati.

H.R.Y.O sta cercando dei volontari che siano motivati nel prendere parte alla preparazione della prossima edizione del Meet Me Halfway che si svolgerà dal 23 al 25 settembre 2016 al quartiere Zen 2 di Palermo.

Gli interessati possono manifestare la propria volontà compilando entro e non oltre il 30 aprile 2016 il modulo di adesione:

https://docs.google.com/forms/d/1gAv8QxNXXNMpLTu7ysxYy1YnS_PhqsIAttnQTLeYmbE/edit?usp=drive_web

Per maggiori informazioni sul festival vedi:

https://www.facebook.com/Festival-Delle-Culture-Meet-Me-Halfway-La-Cultura-Chiama-il-Dialogo-1525172001084370/?fref=ts

http://www.hryo.org/festival-delle-culture/

oppure scrivi a simona.marano@hryo.eu

 

 

#NoallaMunnizzaSiallaPiazza, il festival delle culture genera sinergie

IMG_9996-1-13 #NoallaMunnizzaSiallaPiazza, il festival delle culture genera sinergie   Passata una settimana dall’edizione 2015 del Festival delle Culture , meetmehalfway, la cultura chiama il dialogo, che quest’anno si è realizzato alle Zen due di Palermo.   L’evento promosso dalla H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization in collaborazione con le ass. Zen insieme, Arci Palermo e Maghweb ha visto germogliorare all’interno del quartiere palermitano il seme della bellezza.   Bellezza a 360° , non solo perché l’area bonificata e abbellita è ancora presente, adottata e mantenuta dagli abitanti del quartiere, ma anche perché tantissime realtà hanno aderito al progetto piazza e tutte si stanno attivando mettendo in rete le proprie risorse.   Non un intervento spot, tanti ne sono stati fatti negli ultimi anni, ma l’inizio di una fitta serie di collaborazioni volte allo sviluppo di questa parte del territorio.   “Un’emergenza sanitaria non sempre denunciata adeguatamente e pregiudizi insistenti non si risolveranno con il lavoro di pochi mesi, ma finalmente ha preso a pulsare un movimento, fatto prima di individui che di associazioni e di sigle spesso troppo inesistenti, dichiara Marco Farina,”   Non è che l’inizio e il festival lancia la sua sfida a tutta Palermo dando l’opportunità a tutti di esserci in questo momento storico di cambiamento.   Nei prossimi mesi saranno tante le iniziative che andranno ad organizzarsi, ma sin da subito un gruppo di volontari si sta prendendo cura della manutenzione del giardino creato.

Il Meet me Halfway allo Zen, Ed. 2015

Anteprima-pezzo-meet

Colori, bandiere arcobaleno, musica, giochi, danze e bambini in strada sono stati i protagonisti del “Festival delle Culture – Meet me Halfway – La cultura chiama il dialogo” svoltosi ieri nel quartiere Z.e.n. 2 di Palermo.

La IV edizione del festival, organizzata dall’Associazione H.R.Y.O. (Human Rights Youth Organization) in collaborazione con le associazioni Zen InsiemeMaghweb e ARCI Palermo, si è tenuta in un’atmosfera di allegria e condivisione promuovendo l’incontro interculturale tra le diverse realtà palermitane e stimolando il dialogo e il reciproco scambio.

Il momento più atteso della giornata è stato l’installazione di una statua del Genio di Palermo, nume tutelare della città. Il manufatto donato dal ceramista Carlo Rubino di Monreale è simbolo di rinascita e rinnovamento, buoni auspici per il quartiere. Il primo passo è stato infatti quello di riqualificare una piccola porzione del piazzale di via Fausto Coppi, spazio animato dalla presenza delle diverse associazioni aderenti al festival e dagli abitanti del quartiere che hanno partecipato attivamente all’organizzazione della manifestazione. Molti dei partecipanti hanno donato una pianta o un alberello che sono stati piantati nel giardino bonificato e adottato dai bambini che da adesso ne avranno cura.

“Non abbiamo scelto lo Z.e.n. 2 come un luogo simbolico ma come luogo d’inizio di un percorso iniziato già 4 anni – spiega Marco Farina, presidente di H.R.Y.O – Quando abbiamo cominciato sapevamo che saremmo arrivati in questo quartiere con il Meet me Halfway, volevamo aspettare solo di farlo con la giusta forza, esperienza sulle spalle ed entusiasmo. Abbiamo recuperato una piccola piazza, ma per far sì che questa azione abbia seguito dobbiamo impegnarci tutti e noi ci siamo tanto che già confermiamo questo luogo anche per la prossima edizione. Finalmente al nome di questo quartiere siamo riusciti ad associare qualcosa di bello e propositivo”.

Un ruolo fondamentale nell’organizzazione e nella buona riuscita della manifestazione è stato determinato dalla presenza sul territorio dell’associazione Zen Insieme: “Oggi abbiamo inviato un segnale all’amministrazione comunale – commenta la presidente Mariangela Di Gangi – In questo quartiere c’è ancora una grande carenza: manca uno spazio comune che possa essere utilizzato dagli abitanti dello Z.e.n. come luogo d’incontro, non esiste una piazza ma c’è uno spazio gigantesco dove si trova solo immondizia e vorremmo che il comune si adoperasse per renderlo, finalmente, una vera piazza”.

 

Fonte Maghweb

Festival Delle Culture – Meet me halfway – La Cultura chiama il Dialogo. Ed 2015

11986441_1041496285883157_7335233817429551477_n

Si svolgerà domenica 20 settembre, in via Fausto Coppi, nel piazzale dietro la chiesa San Filippo Neri allo Z.E.N. 2 di Palermo, la IV edizione del “Festival delle Culture – Meet Me Halfway – La Cultura Chiama il Dialogo”. Anche quest’anno il festival ha come principale obiettivo l’incontro interculturale tra le diverse realtà palermitane, stimolando il dialogo e il reciproco scambio. L’intento è di creare un futuro di aggregazione e condivisione all’interno della comunità cittadina, combattendo le discriminazioni culturali e razziali.

La prima edizione è stata realizzata nel Settembre 2012 all’interno del cuore di Palermo, il quartiere Ballarò.

L’idea del Festival nasce dal semplice presupposto che se tutte le culture riuscissero ad incontrarsi potrebbe davvero nascere un dialogo costruttivo per l’intera società.

Ma il festival non è soltanto un momento di incontro fra le diverse culture, è soprattutto volano di sviluppo a livello locale rispetto al luogo dove questo viene organizzato; un modo per abbattere le barriere mentali che limitano le persone a spostarsi sul proprio territorio.

Un’occasione per vivere una Palermo diversa, lontano dai pregiudizi e le contraddizioni che la caratterizzano.

Per ogni edizione la H.R.Y.O. stabilisce dei partenariati strategici a livello locale per meglio ottimizzare la realizzazione del festival il quale viene organizzato grazie al contributo essenziale di tutte le associazioni e le persone che ivi ne prendono parte.

Per l’edizione 2015 ci siamo posti il traguardo di spostare il Festival all’interno del quartiere Zen, una Palermo dimenticata a volte; per l’occasione abbiamo quindi deciso di formalizzare un partenariato promotore con l’associazione Zen Insieme e Arci Palermo e Maghweb

 

L’evento, organizzato dall’Associazione H.R.Y.O. (Human Right Youth Organization) in collaborazione con le associazioni Zen Insieme, Maghweb e ARCI Palermo darà vita a una giornata di attività e azioni per sensibilizzare la cittadinanza a tematiche quali l’interculturalità e l’integrazione. Le associazioni che hanno aderito a questa edizione del festival realizzeranno una serie di workshop e attività ludiche non formali utili a conoscersi e a riconoscersi come abitanti della stessa città. Perché lo Z.E.N.2 ? La scelta del quartiere è stata pensata per incentivare lo sviluppo locale e abbattere le barriere mentali ed il pregiudizio dilagante che sono andati crescendo negli anni attorno a questo luogo e a chi lo abita. Attraverso il coinvolgimento degli abitanti del luogo e il supporto di tutti i volontari, vogliamo creare una giornata dove l’allegria farà da padrona, che demolisca le paure e che offra spazio alla creatività e al gioco. Il filo conduttore sarà quindi creare aggregazione promuovendo la cultura dello stare insieme, dei diritti umani, del dialogo e della conoscenza in tutte le sue forme.

Tra le varie attività:

– Laboratori di animazione

– Danze popolari e orientali

– Attività di riciclo e giardinaggio

– Installazioni artistiche e spettacoli dal vivo.

– Osservazione solare e workshop astronomico (a cura dell’Associazione O.R.S.A.)

– Cantastorie musicato

– Cruciverba Interculturale (a cura dell’Associazione H.R.Y.O.)

– Le mamme del mondo: sfida culinaria

 

Il festival accoglierà l’arrivo della carovana antimafia 2015, promossa da ARCI, Libera e Avviso Pubblico, con tema per quest’edizione ‘Le periferie’.

Ogni cittadino che parteciperà all’evento è invitato a portare una piantina o un fiore al fine di abbellire il quartiere. Creeremo, inoltre, un simbolo della pace il cui interno sarà decorato da impronte di piedi e mani e al cui esterno sistemeremo le piante e i fiori portati dai partecipanti. L’attività sarà un flashmob dal titolo “TUTTI GIU’ PER TERRA – FLASH MOB PER LA PACE”.

 

In questi giorni continuano ad arrivare adesioni da parte delle associazioni palermitane e conseguenti proposte di attività e workshop, quindi il programma subirà modifiche e verrà aggiornato costantemente.

Per info e adesioni:

e-mail: info@hryo.eu

Cell 3485644084

Festival Delle Culture – Meet me Halfway – La Cultura Chiama il dialogo Ed. 2014

10689885_866361460042590_4149030633297372679_n

Festival delle Culture – MEET ME HALFWAY – La Cultura Chiama il Dialogo

21 Settembre 2014 Parco Uditore, Palermo

Terza edizione del FESTIVAL DELLE CULTURE: MEET ME HALFWAY curato da HRYO Human Rights Youth Organization con il supporto della associazione Parco Uditore.
Il tema di quest’anno è: “Le Migrazioni”.
Affronteremo tale fenomeno dal punto di vista di coloro i quali hanno migrato in seno alla nostra terra, ma anche di coloro i quali hanno dovuto abbandonarla a causa del degrado socio-culturale. Lo scopo fondante è quello di valorizzare le nostre diversità in un contesto multiculturale come quello della città di Palermo.

 

ore 9:00 Inizio manifestazione

ore 10:45 Danze del ventre – Egiziane, Oriental Studio, accademia di danze orientali

ore 12:15 MOMENTO ISTITUZIONALE

ore 13:00 Piantumazione (non sicuro)

ore 13:45 Acroyoga per la Pace, CEIPES

ore 14:10 Esibizione di Danze Gipsy, Valentina Miranda e le sue allieve

ore 14:30 Tribal Fusion, Oriental Studio, accademia di danze orientali

ore 15:00 Danze del Sud Italia, BALFOLK LAB

ore 15:20 Danze Indiane – Bollywood, Oriental Studio, accademia di danze orientali

ore 16:00 Flash Mob: Colour Party!

 

Programma Laboratori

  • Laboratorio interculturale sull’ambiente, CEIPES;
  • Laboratorio “Giardinaggio ricicloso”, Guerrilla Gardening;
  • Croce Rossa per gli immigrati, Croce Rossa;
  • JUST ONE WOR(L)D, Maghweb;
  • Laboratorio sull’inclusione sociale, Uniamoci Onlus;
  • Animazione per bambini, ore 10:30-12:00/ 16:30-18:00, Skakko Matto;
  • Yoga della Risata, ore 16:30-17:00, Skakko Matto;
  • Laboratorio di Danze Bollywood, Oriental Studio;
  • Laboratorio di Danze Indiane, Oriental Studio;
  • Trucco e Vestizione Indiana, Oriental Studio;
  • Laboratorio di Tribal Fusion, Oriental Studio;
  • Laboratorio di Baladi, danza tipica del Cairo, Oriental Studio;
  • Laboratorio di danza con la Spada, Oriental Studio;
  • Arte marziale Taiji Quan, Oriental Studio;
  • Percussioni con la darbuka, Oriental Studio;
  • Laboratorio sulle basi della danza del ventre: Isolamenti corporei, Movimenti sullo spazio, Stratificazioni; (Oriental Studio);
  • Laboratorio di danze egiziane: Saidi e Shaabi, Oriental Studio;
  • Laboratorio sulla danza etiope, Zaar, Oriental Studio;
  • Laboratorio di danze popolari europee, BALFOLK LAB con Simona Ferrigno;
  • Laboratorio di osservazioni solari, R.S.A.;
  • Laboratorio di Danze Rom, Idea Rom Palermo con Valentina Miranda;
  • Laboratorio “Teatrino degli stracci”, riciclo e intercultura, Palermo Progetto Cultura.
  • Laboratorio “Linux e alternative Open Source”, Cloudix;
  • Laboratorio “Il ponte dell’intercultura”, Bayty Baytik;
  • Qi Gong Health / Tecniche di Autodifesa, Amor e Gratidao – BRASILE;
  • Workshop: Laboratorio Interculturale, AENAO – GRECIA;
  • Workshop: sulla cultura Maya, la musica e il suo artigianato, SODEJU- GUATEMALA;
  • Crowdfunding Civico. Idee per il territorio, raccolta di idee per il parco;
  • Acroyoga, Luigi Mercurio.

Lista Associazioni con solo banchetto

 

  • D.A. Amici degli animali
  • Euromed Carrefour Sicilia
  • Addio Pizzo
  • La Migration-sportello migranti lgbt / NPS Italia sessione Sicilia / Idea Rom Palermo / Arcigay
  • Per Esempio
  • La casa di tutte le genti /Extra
  • CONGASS
  • Coordinemento Antiviolenza (striscione + postazione)
  • Siamotuttinomuos + esposizione pannelli e foto
  • MIR Movimento Internazionale della Riconciliazione / Centro per la Non Violenza, la Pace e i Diritti Umani
  • Amnesty International
  • Emergency

 

 

« di 5 »