La H.R.Y.O. aderisce alla campagna “Illuminiamo il Futuro”

Senza titolo

L’associazione H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization aderisce alla campagna Illuminiamo il Futuro di Save the Children, per contrastare la povertà educativa in Italia

 

L’associazione H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization aderisce alla campagna Illuminiamo il Futuro di Save the Children, per contrastare la povertà educativa in Italia.

In Italia oltre 1 milione di bambini vive in povertà assoluta, ovvero senza beni e servizi indispensabili per condurre una vita quotidiana accettabile. Ma c’è anche un’altra povertà, ugualmente grave e drammatica: la povertà educativa. La povertà educativa è la mancanza di opportunità formative per i bambini. Una povertà che li priva delle opportunità di costruirsi un futuro o anche solo di sognarlo. Inoltre la povertà educativa, figlia di quella economica, privando i bambini delle opportunità di crescita, e formazione, produce la povertà economica di domani.

Per questo H.R.Y.O. ha deciso di aderire alla campagna Illuminiamo il futuro di Save the Children, contribuendo così al perseguimento dei tre obiettivi che la campagna si è proposta di perseguire entro il 2030: far sì che tutti i bambini possano apprendere, sviluppare talenti e aspirazioni, che possano aver accesso ad un’offerta educativa di qualità e che si possa eliminare la povertà minorile.

Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum. “, ha dichiarato Marco Farina, di H.R.Y.O. “Auspichiamo di poter dare così un contributo concreto alla creazione sul territorio di vere e proprie comunità educanti, insieme a Save the Children e alle altre realtà territoriali”.

Al via i preparativi per la quinta edizione del Festival delle Culture

FESTIVAL DELLE CULTURE – MEETME HALF WAY – LA CULTURA CHIAMA IL DIALOGO V° EDIZIONE 2016

La quinta edizione del festival delle culture palermitano comincia a prendere vita grazie alla partecipazione di numerose realtà.

 

Palermo, Quartiere Zen 2, prendono il via i preparativi della quinta edizione del Festival delle Culture – Meet Me halfway – La Cultura chiama il dialogo che quest’anno avrà come tema principale “L’accessibilità” Il festival promosso ed organizzato dalla H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization, associazione attiva sul territorio palermitano dal 2009 si realizzerà dal 23 al 25 Settembre 2016.

IMG_2026Riparte il Festival delle Culture Meet Me Halfway – La Cultura Chiama il Dialogo. quest’anno giungerà alla sua quinta edizione e si caratterizzerà per diverse novità. Il quartiere di svolgimento sarà per il secondo anno consecutivo lo Zen 2. Il festival infatti ha l’obiettivo di riqualificare alcune aree degradate della città di Palermo, e poiché lo scorso anno tale scopo è stato raggiunto solo in parte, quest’anno la location sarà la stessa. Accanto all’obiettivo della riqualificazione territoriale, il festival vuole essere un momento di incontro tra i popoli e le varie etnie che vivono a Palermo, un evento di condivisione culturale. La preparazione per l’edizione 2016 è già iniziata. L’associazione promotrice H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization ha indetto nel mese di aprile una call for volunteers. Giovani, pensionati, disoccupati, migranti, casalinghe e lavoratori potranno candidarsi per dare una mano alla realizzazione del festival così come tutte le realtà associative che stanno sin da adesso cominciando a dare la loro adesione.

Insieme all’associazione H.R.Y.O. anche quest’anno le associazioni: Laboratorio Zen insieme, Arci Palermo e Maghweb saranno saranno fra le associazioni promotrici del festival apportando un notevole contributo e dimostrando che la cooperazione fra realtà differenti può creare sinergie senza eguali.

 

“ Con la quinta edizione del Festival delle Culture – Dichiara Marco Farina presidente dalla Associazione H.R.Y.O. – ci apprestiamo a chiudere una prima parte dei lavori avviati a favore del quartiere Zen 2 di Palermo e della città tutta; tanto si è fatto, ma tanto ancora è possibile fare purché il forte senso di comunità che caratterizza la nostra città riesca ad entrare nel quartiere abbattendo quel forte pregiudizio che sta alla base di molte problematiche che ancora oggi riscontriamo. “ed aggiunge “come ogni anno la bellezza del nostro festival sta nella sua eterogeneità, ad organizzarlo sono infatti giovani provenienti dalle più differenti culture, da migranti di prima e seconda generazione ai giovani europei che vedono nel nostro impegno quotidiano un moto di riscossa culturale.”IMG_2029

 

Il Festival vedrà la realizzazione di una lunga serie di tappe di avvicinamento, una serie di eventi che porteranno i partecipanti ad essere protagonisti della nuova edizione 2016. Invitiamo pertanto tutti ad essere attivi e partecipi di questo processo che verrà promosso a breve tramite i canali della H.R.Y.O.