Comunicato Stampa V° Ed. Festival delle Culture

ANTEPRIMA-ARTICOLO

TORNA IL FESTIVAL MEET ME HALFWAY ALLO Z.E.N. 2

 

 

La manifestazione avrà luogo a Palermo, nel piazzale di via Fausto Coppi, e animerà il quartiere da venerdì 23 settembre a domenica 25.

 

Giunge alla sua quinta edizione il “Meet Me Halfway – Festival delle culture” organizzato dall’associazione Human Rights Youth Organization (H.R.Y.O.).

 

Come l’edizione dello scorso anno, il festival avrà luogo nella piazza antistante via Fausto Coppi, nel quartiere Z.E.N. 2 di Palermo. La manifestazione prenderà

il via venerdì 23 settembre alle 15,00, con le prime attività in programma, e

 

durerà fino a domenica 25. All’organizzazione del Meet Me Halfway collaborano anche le associazioni Laboratorio Zen Insieme, Arci Palermo e Maghweb.

 

Il Meet Me Halfway è da anni l’occasione per accendere i riflettori su quegli angoli dimenticati della città, su quelle zone di confine, periferiche, che troppo spesso vengono dimenticate ma è anche l’occasione per chiedere a gran voce attenzione utilizzando la partecipazione delle realtà cittadine come volano della manifestazione stessa. Nella quarta edizione H.R.Y.O. aveva scelto lo Z.E.N. 2 per rilanciare un territorio da anni lasciato nel totale abbandono. Oggi, con questa nuova edizione del festival, si vuole anche festeggiare un percorso durato un anno che ha portato ai primi visibili cambiamenti grazie, soprattutto, al lavoro giornaliero delle associazioni che da decenni operano nel quartiere, come il Laboratorio Zen Insieme. Un processo di cambiamento rapido. Negli ultimi 365 giorni gli abitanti del quartiere hanno assistito: alla bonifica dall’amianto di via Fausto Coppi, alla partenza dei lavori di ristrutturazione del centro aggregativo, grazie al contributo di Save the Children, ed infine la costruzione del campetto di calcio da parte dell’Amministrazione. Azioni che hanno profondamente modificato, in positivo, il volto del piazzale, rendendolo un vero luogo di aggregazione.

 

 

“Grazie al Festival abbiamo creato un bel ponte di raccordo fra l‘amministrazione e le realtà presenti sul territorio – dice Marco Farina, presidente di H.R.Y.O. -­‐ Siamo felici di aver utilizzato con successo le nostre metodologie, basate sull’educazione non formale, per far partire un processo virtuoso che donasse un salto di qualità al quartiere. È stato fatto un grande passo in avanti negli ultimi mesi, ed a farlo sono stati soprattutto gli abitanti dello Z.E.N. 2 che si sono dimostrati responsabili e pronti a ricevere quello che ha latitato per anni: il supporto dell’amministrazione”.

 

A seguire in prima persona la crescita del rione palermitano sono state le associazioni presenti sul territorio da lungo tempo: “Siamo davanti ad un autentico processo di quella tanto in voga resilienza urbana, con una comunità protagonista e che vuole progettare da sé risposte sociali, economiche e ambientali innovative per i propri disagi – Aggiunge la presidentessa del Laboratorio Zen Insieme Mariangela Di Gangi – è necessario proseguire questo percorso di partecipazione dal basso, riferito ormai non soltanto al recupero dello spiazzo di via Fausto Coppi, ma più in generale a tutto il quartiere. Per questo esserci con il Meet Me Halfway anche quest’anno è importante e vi invitiamo di nuovo ad essere con noi dal 23 al 25 settembre”.

 

 

 

Stampa

Vincenzo Allotta 3921168124

Lancio della Vª edizione del Festival delle Culture

L’accessibilità e l’abbattimento degli ostacoli come mezzi per stimolare il dialogo interculturale

ANTEPRIMA-ARTICOLO

Ritorna il “Festival delle Culture – Meet Me Halfway – La Cultura Chiama il Dialogo“, quest’anno alla quinta edizione, che avrà come tema principale “l’accessibilità”.
Il Festival, promosso e organizzato dalla H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization, associazione attiva territorialmente e sul piano internazionale dal 2009, si svolgerà dal 23 al 25 settembre nel quartiere Zen 2, riconfermando l’obiettivo di riqualificare alcune aree degradate della città di Palermo e per continuare il lavoro iniziato l’anno scorso nel quartiere.
Il Festival ha come principale fine quello di creare un momento d’incontro tra i popoli e le varie etnie che vivono a Palermo, dunque di essere un evento di condivisione culturale. Per questo motivo vedrà la realizzazione di una lunga serie d’iniziative che porteranno i partecipanti ad essere protagonisti della nuova edizione. Durante il festival sarà consegnato il premio Rosa Parks, assegnato alle donne che rappresentano un esempio da seguire nell’ambito della Tutela dei Diritti Umani, della Lotta nonviolenta e all’esclusione sociale ed emarginazione. Allo stesso tempo sarà anche lanciato il nuovo logo del Festival prodotto dall’Associazione Maghweb.
L’associazione promotrice H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization ha indetto nel mese di aprile una call for volunteers: giovani, pensionati, disoccupati, migranti, casalinghe e lavoratori potranno candidarsi per dare una mano alla realizzazione del festival così come tutte le realtà associative che stanno, sin da adesso, cominciando a dare la loro adesione.
Insieme all’associazione H.R.Y.O. anche quest’anno, le organizzazioni coinvolte sono Laboratorio Zen insieme, l’Arci Palermo e l’Associazione Maghweb che parteciperanno all’organizzazione e alla promozione del festival dimostrando come la cooperazione fra realtà differenti può creare sinergie senza eguali.

Lo staff dell’H.R.Y.O. sta già lavorando per le varie iniziative che avranno luogo durante il festival e il presidente Marco Farina ha dichiarato che «I membri dell’associazione, in seguito ai successi delle precedenti edizioni, sono impegnati ad organizzare attività e a coinvolgere quante più realtà locali per stimolare la partecipazione di un bacino di utenza molto ampio così da garantire una maggiore “accessibilità” al festival e un maggiore impatto sul territorio.»

La presidentessa del Laboratorio Zen Insieme, associazione che ha supportato la realizzazione delle precedenti edizioni, Mariangela Di Gangi ha espresso l’importanza di «dare continuità al lavoro iniziato con l’edizione scorsa e siamo molto contenti di poter ospitare anche quella del 2016. Per questa ragione Zen Insieme, quotidianamente presente sul territorio, non ha mai smesso di prendersi cura dello spazio bonificato lo scorso anno e tiene aperto un fitto dialogo con l’amministrazione comunale, affinché l’obiettivo di riqualificare e restituire uno spazio collettivo al quartiere venga raggiunto il prima possibile. »

L’H.R.Y.O. invita inoltre altre realtà associative ad aderire al Festival contattando tramite mail l’organizzazione, che poi invierà il modulo di adesione a tutte le associazioni interessate.

Per maggiori informazioni consultare:

 

Sito Web: http://www.hryo.org/

Mail: info@hryo.eu

Pagina Facebook: HRYO Human Rights Youth Organization

Marco Farina, Presidente H.R.Y.O: +39 3485644084 – +39 091 322830

Sede: Via Mario Puglia n. 21