“The Safe and Mindful Movement of Young Refugees and Migrants into Youth Groups” è un progetto cofinanziato dal programma Erasmus+ KA2 Strategic Partnership in the Field of Youth e coinvoge tre paesi Europei: Italia, Portogallo e UK.
Realizzato da Enso Group, in collaborazione con H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization e Agrupamento Escolas Trigal Sant Maria i partner avranno la possibilità di condividere le proprie pratiche e metodologie riguardanti la mindfulness e attività artistiche, e di metterle in pratica nei propri contesti di riferimento.

Transnational Project Meeting in Palermo 25-26 February.
Il 25 e il 26 Febbraio abbiamo ospitato a Palermo il primo incontro dal titolo “Successful Use of Art with Migrants and Refugees” tra le organizzazioni partner.
Questo primo incontro è stata un’occasione per conoscerci meglio e definire al meglio la
collaborazione tra i diversi enti. Sono stati due giorni di lavoro molto densi, di discussione e confronto tra operatori, youth worker e insegnanti sul tema delle migrazioni e sulle metodologie che possono essere utilizzate durante il lavoro quotidiano.
Durante il meeting abbiamo introdotto il contesto di riferimento italiano, presentando dati sul fenomeno migratorio, buone pratiche e servizi già attivi in Italia, prestando un’attenzione particolare a livello locale e cittadino.
Dopo un introduzione tecnica del progetto abbiamo introdotto la mindfulness e l’arte come metodologie di supporto nei processi di interazione sociale che coinvolgono giovani, giovani rifugiati e migranti.
Per rendere la trasmissione delle tecniche più efficace, un esperto ha guidato una sessione di mindfulness e introdotto le diverse applicazioni in relazione ai diversi contesti di appartenenza.
Successivamente abbiamo discusso della criticità del sistema migratorio in Italia e dei limiti che gli operatori incontrano quotidianamente nei diversi contesti di riferimento, tra mancanza di fondi, eccessiva burocrazia e mancanza di opportunità lavorative reali per i nuovi arrivati, enfatizzando una mancata integrazione economica.
Giorno 26 siamo andati a trovare IKENGA, NGO e community center attivo a Palermo.
Li abbiamo incontrato i soci fondatori che ci hanno spiegato l’essenza di IKENGA, uno spazio per il coinvolgimento, il supporto e la promozione delle comunità presenti a Palermo (voice of the world = voce del mondo).
Sono varie le iniziative organizzate al centro, dall’organizzazione di eventi e conferenze volte alla promozione dei diritti umani e del dialogo interculturale e intergenerazionale tra cittadini locali e non; alle performance artistiche, culturali e musicali che lo animano. Da IKENGA l’arte è vista come strumento per il benessere psicosociale e per la scoperta dei talenti e delle potenzialità del singolo. Caratteristiche che fanno di IKENGA una casa per le persone che la attraversano.

Per maggiori informazioni sul progetto scrivi a melania.ferrara@hryo.eu.