Logo Definitivo

MESSAGGIO DI CIVILTÀ

STOP TURISMO SESSUALE

Invito Conferenza Stampa, 7 Giugno 2016, ore 10,00

Palazzo delle Aquile – Palermo

La H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization sottoscrive il manifesto promosso dall’associazione M.E.T.E.

 

 

Giorno 7 Giugno 2016 alle ore 10,00 a Palazzo delle Aquile avverrà la conferenza stampa di presentazione della azione umanitaria internazionale incentrata sul turismo sessuale nei confronti dei minori.

Si tratta di un messaggio di civiltà rivolto a tutta la comunità internazionale.

La H.R.Y.O. associazione nata nel 2009, fra le realtà maggiormente rappresentative del panorama europeo ed internazionale nata a Palermo, aderisce spiega il presidente Marco Farina “ La nostra associazione in questi anni ha realizzato più di 3000 mobilità di giovani coinvolti in diversi progetti a difesa dei diritti umani e non solo, questo manifesto nasce dall’idea che il viaggio stesso debba diventare uno strumento di promozione e tutela dei diritti, in particolar modo nella difesa dei minori. Attorno al turismo sessuale abbiamo non solo un aspetto individuale legato alla pedofilia, ma una più ampia struttura organizzativa stante i forti interessi economici in gioco. Il nostro diritto in questo senso ha fatto molti passi avanti, ma un sistema internazionale strutturato negli anni si necessità di tanti interventi crossettoriali”

Il manifesto è firmato da Mete Onlus , Protea Human Rights e l’Osservatorio Giuridico Italiano in collaborazione con HRYO, Antigone Sicilia, Antilia, Rainbowweb ed AGIUS.

Il Testimonial del “Messaggio di Civiltà” è il Professore Alessandro Meluzzi.

Saranno presenti in conferenza, tra gli altri: il Professore Leoluca Orlando (Sindaco di Palermo), il Senatore Fabio Giambrone (Presidente Gesap), il Dottore Giuseppe Mistretta (Amministratore Delegato Gesap), la Dottoressa Cleo Li Calzi ( Consigliere Amministrazione Gesap), Rita Vinci (Consigliere Comunale) ed i Presidenti delle realtà che hanno firmato il manifesto.

Secondo stime dell’Organizzazione Mondiale del Turismo ogni anno almeno 3 milioni di persone partono per viaggi a scopo sessuale. Il turismo Logo Definitivosessuale nei confronti dei bambini e delle bambine è pedofilia tollerata. Continuare a leggere e diffondere dati allarmanti, ed allo stesso tempo negare azioni concrete ed interventi mirati da parte di quelle realtà che hanno il dovere di occuparsene, provoca sentimenti di profonda indignazione. La negazione porta ad uno stato di accettazione passiva.

 

In conferenza sarà presentata l’azione umanitaria nella sua attuazione.

Spiega, Giorgia Butera: “Sin dall’inizio, l’Associazione Mete ha focalizzato la propria attenzione, il proprio interesse ed il proprio impegno umanitario internazionale nei confronti della schiavitù sessuale, quale matrice comune di chi è vittima di matrimoni forzati, spose bambine, ragazze alle quali viene negata l’istruzione, donne utilizzate come merce di scambio, donne vittime della tratta.

E così, seguendo il nostro naturale percorso abbiamo deciso di porre i riflettori sul turismo sessuale riguardante i bambini, ricordando che gli italiani sono i primi al mondo a partire per commettere l’orribile crimine. Quando parliamo di questa tragedia ci riferiamo a uomini (ed in qualche caso, anche donne) che comprano ed abusano oltre che dell’umano, della povertà economica e sociale”.

Il Professor Alessandro Meluzzi, Testimonial del “Messaggio di Civiltà”, afferma: “I bambini sono sacri. Chi li usa stupra il futuro dell’umano, e del mondo”.

Cleo Li Calzi (Consigliere Amministrazione Gesap): “L’aeroporto luogo simbolo del turismo ha raccolto l’invito di Mete e di Giorgia Butera in questa importante azione di costruzione di una coscienza collettiva. La negazione porta ad uno stato di accettazione passiva, a ritenere tollerabile ciò che è disumano. Dall’aeroporto che porta il nome di Falcone e Borsellino parte oggi questo importantissimo <viaggio> del messaggio di civiltà promosso da METE, e parte l’impegno solidale a sostenere l’iniziativa”.

 

L’appuntamento è per giorno 7 Giugno 2016, ore 10,00 a Palazzo delle Aquile (Palermo).

L’ingresso è libero