11986474_1040884585944327_3180950824883214971_nDal 15 al 22 settembre, l’associazione H.R.Y.O. Human Rights Youth Organization ha ospitato a Palermo tre gruppi di giovani provenienti da Polonia, Bulgaria e Grecia insieme a un gruppo di ragazzi italiani, nell’ambito di un progetto europeo finanziato dal programma Erasmus Plus, dal nome D.U.E : Democracy in E.U.

Nella cornice dei giardini che circondano la Zisa e Villa Trabia e nel cuore del centro storico tra il Teatro Massimo e il Politeama, i partecipanti hanno incontrato nuove culture e si sono confrontati sui temi della democrazia e dell’immigrazione. La realta’ del capoluogo siciliano ha reso ancora piu’attuali queste tematiche: la questione degli sbarchi e la gestione degli immigrati sono all’ordine del giorno insieme alle difficolta’ dei paesi europei di trovare il modo di cooperare insieme per trovare una soluzione condivisa.

L’approccio dell’educazione non formale, le attivitá di gruppo alternate ai role play hanno dato ai ragazzi la possibilitá di esporre le proprie idee e opinioni, confrontandosi con quelle di altri giovani europei della loro eta. L’obiettivo è stato quello di stimolarli ed aiutarli ad interrogarsi e dare un’interpretazione agli eventi che accomunano ciascun paese di origine.

I giovani partecipanti di ciascun paese, oltre alle numerose attività finalizzate al confronto e all’integrazione, hanno potuto organizzare delle serate culturali per mostrare alcuni aspetti dei rispettivi paesi, servendosi della proiezione di video, della realizzazione di quiz e della degustazione di alcuni cibi e liquori locali.

Giorno per giorno sono stati creati degli spazi di valutazione sulle giornate concluse ed in particolare nella giornata conclusiva dello scambio lo staff di H.R.Y.O. ha dato la possibilitá a ciascuno di poter valutare i precedenti giorni di lavoro e mettere in luce eventuali criticita’.

 

Al fine di mostrare ai partecipanti esempi concreti della realtà della città di Palermo e dell’impegno di associazioni e singoli individui nel far fronte all’emergenza migranti, e’ stata poi organizzata una visita guidata presso il Centro Astalli, un centro di accoglienza per immigrati, richiedenti asilo e rifugiati, dove alcune volontari hanno spiegato come avviene l’accoglienza e quali sono i servizi da loro offerti. Presso il locale Moltivolti a Ballarò c’è stato un incontro con Yodit Abraha, una volontaria di origini etiopi che da oltre trent’anni anni vive in Italia, e responsabile di uno SPRAR, servizio centrale del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, che ha parlato della quotidianeità del suo lavoro, del modo in cui vengono gestiti gli sbarchi e l’accoglienza, e ci ha raccontato alcune storie drammatiche di migranti in fuga da paesi in cui non viene garantito alcun diritto.

Infine, Giovanni Zinna, proprietario del Moltivolti, da tempo coinvolto in diverse attivitá con i migranti, ha descritto il suo lavoro e ricordato come l’integrazione sia ovunque possibile e possa portare al raggiungimento di ottimi risultati.

 

 

I giorni dello scambio hanno coinciso con un evento importante per l’associazione H.R.Y.O., il Meet Me Halfway Festival, organizzato ogni anno allo scopo di promuovere l’integrazione tra le diverse realta’ che vivono nella città di Palermo, e al quale anche i giovani dello scambio hanno contribuito con la loro presenza e partecipazione.

 

Quest’anno il Festival ha avuto luogo nel quartiere Z.E.N. e ha visto la partecipazione di diverse associazioni, che hanno contribuito alla riuscita dell’evento organizzando attività di vario genere, capaci di coinvolgere sia i bambini del quartiere che gli adulti.

L’attività più importante organizzata all’interno del Festival è stata un contest di cucina internazionale, che ha visto il diretto coinvolgimento di alcuni ragazzi dello scambio che hanno presentato alcuni piatti tradizionali dei loro paesi di origine, di donne del quartiere ZEN e di donne migranti.

 

E’ stato bello vedere come tutte queste persone, così diverse tra loro, provenienti da luoghi così lontani e con background culturali così eterogenei, siano riuscite a collaborare per la realizzazione di questo evento ed assicurarne il successo.

La diversità va coltivata con amore perché è una fonte di ricchezza inestimabile.

28 Responses

  1. Hello, i feel that i noticed you visited my web
    site thus i came to go back the prefer?.I am trying to to find issues to enhance my site!I suppose
    its good enough to use some of your ideas!!

  2. A person essentially assist to make seriously articles I would state.

    This is the very first time I frequented your website page and up to now?
    I amazed with the analysis you made to create this particular put up
    extraordinary. Wonderful job!

  3. I was suggested this blog by my cousin. I am not
    certain whether this post is written through him as nobody
    else understand such unique approximately my trouble.
    You are wonderful! Thanks!

  4. When I originally commented I clicked the “Notify me when new comments are added” checkbox and now each time
    a comment is added I get several emails with the
    same comment. Is there any way you can remove me from that service?
    Bless you!

  5. Hello There. I discovered your weblog using msn. This is an extremely smartly written article.
    I will make sure to bookmark it and return to read extra of
    your helpful info. Thank you for the post. I will
    definitely return.

  6. With havin so much content and articles do you ever run into
    any problems of plagorism or copyright infringement?
    My site has a lot of exclusive content I’ve either
    created myself or outsourced but it appears a lot of it is popping
    it up all over the web without my authorization. Do you know any
    solutions to help protect against content from being stolen? I’d truly appreciate it.

  7. Hey there! I’m at work surfing around your blog from my new iphone 3gs!
    Just wanted to say I love reading through your blog and look forward to all your posts!

    Carry on the fantastic work!

  8. hello there and thank you for your information – I have definitely picked up anything new from right here.
    I did however expertise several technical points using this site,
    since I experienced to reload the website a lot of times previous to I could get
    it to load correctly. I had been wondering if your web hosting is OK?
    Not that I am complaining, but slow loading instances times will very frequently affect your placement in google and could damage your high-quality score if ads and marketing with Adwords.
    Well I’m adding this RSS to my e-mail and could look out for much more of your respective interesting content.
    Make sure you update this again soon.

  9. Наша бригада искусных исполнителей приготовлена выдвинуть вам современные системы утепления, которые не только ассигнуруют надежную защиту от зимы, но и преподнесут вашему собственности элегантный вид.
    Мы занимаемся с самыми современными материалами, обеспечивая прочный срок работы и замечательные выходы. Изолирование внешнего слоя – это не только сбережение на огреве, но и заботливость о природной среде. Энергоэффективные методы, какие мы используем, способствуют не только зданию, но и сохранению природы.
    Самое первоочередное: [url=https://ppu-prof.ru/]Утепление фасада квартиры снаружи цена[/url] у нас стартует всего от 1250 рублей за м2! Это бюджетное решение, которое сделает ваш дом в настоящий комфортный местечко с минимальными расходами.
    Наши пособия – это не всего лишь изоляция, это созидание территории, в где всякий компонент символизирует ваш особенный манеру. Мы примем все все ваши желания, чтобы воплотить ваш дом еще еще более гостеприимным и привлекательным.
    Подробнее на [url=https://ppu-prof.ru/]www.ppu-prof.ru[/url]
    Не откладывайте занятия о своем ларце на потом! Обращайтесь к экспертам, и мы сделаем ваш домик не только более теплым, но и более элегантным. Заинтересовались? Подробнее о наших делах вы можете узнать на сайте компании. Добро пожаловать в пределы комфорта и уровня.

  10. Ponieważ technologia rozwija się coraz szybciej, a telefony komórkowe są wymieniane coraz częściej, w jaki sposób tani, szybki telefon z Androidem może stać się zdalnie dostępnym aparatem?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *